L’importanza delle quote di chiusura nelle scommesse

articolo aggiornato il 26 Aprile 2020

Perchè le quote di chiusura sono un indicatore molto importante del lavoro di un Tipster e perchè chi segue un Tipster dovrebbe valutare anche questo dato:

L’errore piu comune tra i giocatori è quello di credere che le scommesse si basino esclusivamente sui risultati finali, in realtà, indipendentemente dall’esito finale, il principio su cui si basa il valore di una scommessa, non è quello di giocare quando si pensa di poter vincere, ma quando le probabilità che si possa vincere sono più alte rispetto a quelle che il bookmaker ci propone attraverso le sue quote.

Quote di chiusura

Quote di chiusura

Proprio per questo motivo per provare ad avere risultati vincenti con le scommesse è molto importante trovare giocate con valore, ed usare operatori che abbiano margini bassi, ed è importante battere spesso le quote di chiusura di bookmakers come Pinnacle o Sbobet.

 

Quote di chiusura su BN24

Negli ultimi 2 anni e mezzo (dal 1 Settembre 2015 al 13 Gennaio 2018) su bettingnews24 avete ricevuto:

stagione 2015/16 73 pronostici proposti quota media 2,050

stagione 2016/17 108 pronostici proposti quota media 2,180

stagione 2017/18 108 pronostici proposti quota media 2,076

Il totale fa 289 selezioni proposte ad una quota media di 2,110, di questi 289 pronostici ne sono stati indovinati 141, mentre 16 sono andati a rimborso (10 al 100% e 6 al 50%) le restanti 132 selezioni sono risultate perdenti.

Non ci vuole un genio per capire che, avendo vinto piu della metà della scommesse giocate, ad una quota media ben oltre il raddoppio, ed avendovi consigliato bookmakers con margini bassi, ho potuto garantirvi utili molto interessanti in questi 30 mesi.

Questi risultati sono stati ottenuti solo grazie al corretto uso di tutte le migliori tecniche di scommessa: miglior quota, margine piu basso, valore previsto positivo in oltre il 50% dei pronostici.

Il margine sulle scommesse

Quote di chiusuraIl margine applicato dai bookmakers è un ulteriore “tassa” che tutti gli scommettitori devono pagare, ed è una percentuale che spesso varia tra il 2% (media di Pinnacle) e il 5/7% (media dei bookmakers .it).

Su certe selezioni, ad esempio multigol, marcatori, parziali/finali, il margine arriva ad essere anche del 12%. Proprio per questa ragione chi scommette deve mettere in preventivo di dover recuperare anche questa “tassa”. Nel betting, inteso come investimento, anche un 1% fa una grande differenza a fine stagione, figurarsi un 5%.

Margini più bassi favoriscono i giocatori, mentre quelli più alti ovviamente tolgono guadagni, per questo motivo la scelta del bookmakers risulta di capitale importanza, chi vi racconta il contrario è semplicemente un dilettante, oppure è connivente con gli operatori.

Come calcolare il margine dei bookmakers

Per calcolare i margini dei bookmaker con quote decimali, tutto ciò che devi fare è dividere per 1 le quote per tutti i segni di una determinata linea di pronostici e poi sommarli insieme. Il totale, meno 100, è il margine che ha il bookmaker su quel determinato mercato.

Puoi provare tu stesso, per calcolare il margine di un bookmakers devi usare questa semplicissima formula su tutti i segni che completano una linea di pronostici (in questo esempio linea 1X2):

Margine= (1/Quote squadra di casa) + (1/Quote squadra ospite) + (1/Quote pareggio) – 100

Possiamo fare un esempio pratico su Betis-Leganes linea 1X2:

I bookmakers non sono tutti uguali

Ora dovrebbe esserti piu chiaro il motivo per il quale la scelta di un bookmakers è cosi importante.
A fine anno, usando un operatore con margini piu bassi avrai guadagni piu alti, senza per altro preoccuparti di vincere, visto che, operatori professionali come Pinnacle accettano senza problemi gli scommettitori vincenti.

Non credere alle favole di chi ti dice che ogni bookmaker offre vantaggi e svantaggi, è una colossale cazzata, non credere ai vantaggi dei bonus nelle scommesse, sono solo delle inutili limitazioni.

I bookmakers si dividono in due categorie ben definite: quelli che propongono margini appetibili (max 2,6%) e quelli che sfruttano la tua ignoranza per farti scommettere con margini che erodono le tue possibilità di guadagno, se un tipster è realmente competente, è altamente improbabile che scommetterà o proporrà giocate su un bookmaker con margini elevati.

*Alcuni bookmakers con margini elevati: Bet365, William Hill, SNAI, Lottomatica, Eurobet, Goldbet, Bwin, 888 Sport, Stanley Bet, Merkur Win, Unibet, NetBet, Betclic.

L’importanza di battere le quote di chiusura

Tenendo ben presente che esistono decine di variabili quando si studia un pronostico, posso assicurarti che nessuno scommettitore è in grado di battere sempre le quote di chiusura, proprio per questo è molto importante per un tipster riuscirci almeno nel 50% dei casi.

Aprendo una doverosa parentesi, non è importante quanto siano attendibili ed accurati i pronostici perchè saranno sempre influenzabili da notizie imprevedibili, che riguardano in maniera casuale il mercato di appartenenza, queste situazioni faranno in modo che il valore previsto possa facilmente diventare negativo, la cosa importante è che non accada troppo spesso.

Forse con un esempio il discorso diventa piu chiaro, se uno scommettitore riesce a giocare una quota di 2,140 ed il mercato di Pinnacle Sport chiude a 2,000 l’aspettativa di profitto (valore previsto) sarà data dal rapporto 2,14/2,00 = 0,70 o 7% meno il margine di Pinnacle (mediamente 2%), battere spesso le quote di chiusura ti permette di avere maggiori possibilità di fare soldi con le scommesse.

Tabella sintetica pronostici proposti dal 16 Agosto 2017 sino al 21 Gennaio 2018:

Quante volte ho battuto le quote di chiusura

Come potete notare nella tabella sopra riportata, in questa prima parte della stagione ho inviato 106 pronostici di cui 45 vincenti, 53 persi e 8 rimborsati.

Di queste 106 giocate 56 (il 52%) hanno battuto la quota di chiusura, mentre 31 di queste selezione con VP+ sono poi risultate vincenti in termini di pronostico.

Credo sia chiaro il vantaggio, battendo le quote di chiusura si aggiunge un ulteriore percentuale di utile sul banco e spesso si azzera anche il margine, consentendoci di generare profitti piu sostanziosi.

Di seguito tutti i pronostici inseriti in questa stagione sino al 21 Gennaio 2018 comprensivi di, quota al momento dell’invio, quota di chiusura, esito del pronostico, valore previsto e margine del bookmakers.

Nessuno in rete vi darà mai queste statistiche, fatene buon uso perchè il vero senso di bettingnews24 è quello di migliorare le vostre conoscenze in ambito scommesse. Prima o poi dovrete imparare a camminare con le vostre gambe, e senza competenze non lo potrete mai fare.