Che scommettitore sei

Mi chiedo sempre cosa si aspettino le persone dai miei pronostici ma sopratutto immagino la faccia di ognuno di voi.

Ovviamente in tutti questi anni mi sono fatto qualche idea, questo è un gioco, fatevi una risata io vi immagino cosi:

IL SOGNATORE: di questa categoria fanno parte almeno il 20% dei lettori che mi seguono. Non avete idea di quante persone credano sia possibile partire con un mini budget di 20€ ed arrivare a vincerne 1000 in un paio di mesi, questo tipo di scommettitore farebbe cambiare idea anche a Nelson Mandela, per il quale “un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”. Puntualmente, questa figura, a fine abbonamento non rinnova il suo accesso e quando chiedo un feedback la risposta è sempre la stessa “ho vinto troppo poco”. Beata ignoranza direbbe qualcuno.

IL DIVERSAMENTE TIPSTER: qualche volta capita anche il nuovo iscritto che si presenta piu o meno cosi “ciao mi sono iscritto solo per curiosità, io vinco da anni da solo ma sono curioso di capire se tu sei alla mia altezza”. Personalmente non reggo questo tipo di personaggi, anzi in realtà mi piacerebbe fossero diversi o quantomeno riuscissero a darmi qualche spunto interessante su cui ragionare e migliorare il mio lavoro, ma non è mai successo. Spesso questo tipo di lettore rinnova il suo abbonamento in silenzio.

IL CICLOPE: altro tipo di lettore da prendere con le pinze, costui appena riceve l’accesso inizia a bombardarti con domande tipo, dove trovo il pronostico? ma non giochi oggi? … eppure nella mail di registrazione allego sempre i link con le risposte a queste ovvie domande. Immagino che il soggetto in questione sia abituato ad avere una vita agiata, probabilmente ha un lavoro monotono e schematico e non è abituato a guardare piu in la del suo naso. In questi casi mi armo di pazienza e spiego con calma dove trovare le risposte alle domande piu comuni. Vi chiederete, ma possibile che una persona si iscriva senza informarsi? Il ciclope lo fa e crede sia normale.

IL TASTIERISTA: e non intendo colui che suona la tastiera elettronica. Questo tipo di lettore è troppo spesso presente sul mio sito. Il modus operandi è sempre lo stesso, appena ricevuti i dati di accesso si fionda ad inserire nome utente e password ma riesce nell’impresa titanica di sbagliare per 3 volte consecutive il login auto escludendosi cosi per 1 ora. A questo punto mi contatta, a volte educatamente altre incazzato, dicendomi sempre la stessa odiosa frase “ma che password mi hai dato che non riesco a entrare”. Se questo soggetto imparasse che una password va scritta a manina e non copiata e incollata io mi eviterei tantissime perdite di tempo.

IL LIKE MAN: nel mondo virtuale in cui viviamo, quello che sarebbe chiamato piu comunemente lo Yes man ha preso le sembianze di un liker compulsivo. Questo tipo di lettore è sempre molto educato e fin troppo gentile, difficilmente crea dei problemi per cui personalmente lo adoro. Ma questo suo lato da “mi piace tutto” mi lascia molto spesso interdetto. Ogni tanto una critica costruttiva non gli guasterebbe. Ma lo stimo a prescindere.

IL CURIOSO POSITIVO: pagherei di tasca mia per avere piu persone che hanno questo spirito positivo, questo tipo di lettori è il migliore in assoluto perchè è affamato di conoscenza e si abbona al mio sito solo per migliorare ulteriormente le sue gia buone conoscenze di betting. Puntualmente, queste persone fanno un abbonamento annuale e al termine servizio non rinnovano perchè sono pronte a camminare con le loro gambe.

L’IMPREPARATO A TEMPO: questo tipo di lettore è sempre piu in voga su bettingnews24. L’indole del impreparato lo spinge ad essere molto gentile ma allo stesso tempo chiaro e conciso. Questo tipo di lettore chiede di essere aiutato a comprendere le dinamiche del betting. Spesso queste persone sono molto socievoli e pragmatiche ed imparano velocemente, accettano i consigli ma se qualche cosa non li convince non esitano a farmelo presente. Dopo un apprendistato di qualche mese sono molto piu competenti di certi pseudo Tipster presenti sui social network.

Ovviamente si scherza, ma anche no.