Le 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse

Dopo tanti anni nel mondo delle scommesse, e quasi 7 anni su bettingnews24, ho cercato di raccogliere tutte le regole d’oro che ritengo siano fondamentali per cercare di fare soldi con le scommesse sportive.

Disciplina e autocontrollo

La 1° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: Per fare del betting più di un semplice hobby, devi partire dal presupposto che, disciplina, autocontrollo e un corretto mindset sono essenziali. Le tecniche di Money Management rappresentano la base matematica sulla quale fondare il betting operativo.

Tutti gli scommettitori, prima o poi, passano momenti più o meno vincenti, è proprio in quel preciso istante che la disciplina fa la differenza tra un punter vincente ed un losing bettor.

Metodo scommesse sostenibile

La 2° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: Il tuo metodo scommesse deve essere concreto e sostenibile. Per concreto intendo lineare, se per esempio giochi solo scommesse singole in handicap asiatico non ha nessun senso tu ti metta a giocare Combo Bet con aggio altissimo solo per frustrazione.

Sostenibile vuol dire avere molto chiaro nella testa quanto ci si può permettere di scommettere senza che ciò intacchi i nostri bisogni primari, i nostri affetti, il nostro lavoro. Avere un metodo sostenibile nelle scommesse non è un optional.

Piccola parentesi, il metodo nelle scommesse non è una ricetta magica che ti fa vincere con chissà quali trucchi o segreti, è molto semplicemente il tuo modo di approcciare il betting, per il quale ci vuole passione, competenza ed abnegazione.

Preparati e guarda ogni partita che scommetti

La 3° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: Scommetti solo quello su cui sei preparato, inutile e deleterio scommettere su competizioni in cui non hai la minima preparazione.

Sia ben chiaro, per preparazione intendo la conoscenza adeguata della squadra, dei giocatori, del suo allenatore, non è ammissibile pensare di essere preparati solo perchè si è letto qualche statistica la volo, non è questo il livello che intendo quando parlo di preparazione adeguata.

Non esagero se ti dico che perdo almeno 25 ore settimanali a guardare partite in diretta, questo accade da oltre 15 anni, per me studiare un pronostico è un lavoro come un’altro.

Ultimo appunto ma non meno importante, ricorda che le informazioni sono essenziali ai fini di un pronostico per questo evita di specializzarti in campionati di basso livello, come per esempio: Bosnia, Ungheria, Polonia, Bielorussia, Svizzera, Croazia, Montenegro, Grecia, anche perchè i limiti su certe competizioni sono talmente bassi da rendere quasi inutile lo sforzo.

Scommetti solo se c’è valore

La 4° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: Cerca sempre valore in una scommessa, le Value Bet sono la via, fatti furbo, massimizza le tue opportunità di vincita giocando singole Value Bet con quote tra 1,800 e 2,360.

Con un buon lavoro di analisi sul palinsesto potrai scovare quote con valore intrinseco che ti permetteranno di rischiare il tuo bankroll nel modo corretto.

Saper riconoscere il valore in una scommessa è il concetto base per ogni scommettitore evoluto, ti sembrerà assurdo, ma sopratutto all’inizio non è importante vincere o perdere, la cosa che realmente conta è scommettere solo quando gli studi fatti ti diranno che il valore della quota è migliore rispetto a quanto proposto dal banco. Alla lunga questa strategia paga ed è l’unica che funziona.

Mantieni sempre un bilancio delle giocate

La 5° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: mantenere costantemente aggiornato il tuo bilancio è di vitale importanza per sapere quali risultati stai ottenendo, diversamente non potrai mai avere un riscontro reale e completo delle tue scommesse.

Con il tempo imparerai a mantenere bilanci sempre più complessi e precisi, aggiungerai per esempio, le quote di chiusura, cosi da capire quanto sia corretto il tuo timing di abbinamento.

Avere un bilancio storico come quello di BN24, con svariati anni di giocate consultabili, spesso mi ha aiutato ad evitare pronostici forzati, con un bilancio storico ti rendi conto quali sono i tuoi veri punti di forza, con quali squadre per esempio hai un feeling vincente, quali segni in lavagna sono profittevoli e quali meno, insomma senza bilancio non vai da nessuna parte.

Senza statistiche non esiste pronostico

La 6° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: le scommesse vincenti nascono anche dallo studio delle statistiche, dovresti sapere che per vincere alle scommesse servono competenze, credi seriamente che per fare soldi in modo costante con le scommesse sia sufficiente leggere qualche statistica su Diretta o ascoltare la dritta del guru del momento.

Se fosse cosi semplice tu vivresti ai Caraibi e non saresti qui a cercare informazioni per avere risultati vincenti con le scommesse. Usa software di analisi, falli tuoi, impara a leggere le statistiche nel modo migliore, colleziona dati, solo cosi imboccherai la strada corretta.

Ricordati sempre che il gioco d’azzardo è una tassa sulle persone che ignorano le statistiche.

Giocare multiple e raddoppi è da losing bettor

La 7° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: Se fai scommesse multiple, raddoppi o porcherie simili sei destinato a perdere, non ha senso rischiare raddoppi con 3/4 incontri quando studiando con attenzione potresti raggiungere il medesimo risultato con un quarto del rischio.

E’ grazie alle multiple, ai listoni, lenzuoli, insomma chiamali come ti pare, che gli operatori traggono profitto, le scommesse multiple alimentano l’intera industria del betting. Per questo motivo quasi tutti i bookmakers AAMS incentivano la loro clientela a fare schedine con più eventi, concedendo bonus scommesse di ogni tipo.

Il Tipster vincente non gioca d’azzardo

L’8° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: Il giocatore vincente non gioca d’azzardo, tutti i Tipster vincenti hanno degli obiettivi e degli step da seguire e non escono mai dagli schemi prefissati, raramente usare l’istinto è una cosa intelligente nelle scommesse, te lo dice uno che ha passato gli ultimi 20 anni della propria vita a studiare ed affinare le proprie conoscenze.

Per questa ragione mi rifiuto di associare le parole “gioco e azzardo” con la parola Tipster. quando si ha un metodo di scommessa, quando si studiano le statistiche, quando si usano bookmakers con quote alte e aggio basso, si sta cercando di fare il massimo possibile per raggiungere una rendita constante con le scommesse.

Usa bookmakers professionali 

La 9° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: Ti posso garantire che la scelta del bookmakers è importante quanto il pronostico stesso. Ormai è assodato che i soldi si possono fare esclusivamente in singola, ma per poter scommettere nel modo più sicuro possibile dovrai per forza di cose affidarti ad operatori di livello assoluto.

E’ inutile sperare di fare soldi senza i giusti “attrezzi” del mestiere, se vuoi vincere alle scommesse impara ad usare bookmakers o broker che accettano giocatori vincenti senza congelare o limitare loro il conto gioco.

Dimenticati i pessimi bookmakers ricreativi come per esempio, Bet365, Bwin. Snai, Sisal, Eurobet, William Hill, Lottomatica, PLanetWin365, con questi non potrai mai vincere, ti bloccheranno il conto alle prime vincite e ti proporranno sempre quote ben più basse con aggio sempre troppo ampio.

Impara ad accettare le sconfitte

La 10° delle 10 regole d’oro per fare soldi con le scommesse: Nelle scommesse, come nella vita del resto, si vince e si perde, l’importante è mantenere la calma ed essere sicuri che i nostri studi ci faranno riprendere la marcia quanto prima.

Se perdi devi essere preparato a risalire, ma non è obbligatorio risalire subito, non devi mai giocare solo per recuperare ad una sconfitta, faresti il gioco dei bookmakers!

Sai qual’è il momento nel quale uno scommettitore perde piu facilmente la bussola, la Domenica sera, di solito sui match delle 22 in Liga spagnola, credo sia inutile spiegarti il motivo. Per vincere alle scommesse servono anche e sopratutto pianificazione e metodo.